(non solo) MUSEI

E le cose

Portagioie / Jewel case

21 Dicembre 2019
Inviato da / Send by: Paola

Nella mia camera, sul comodino è posto un portagioie in stoffa con una fantasia a fiori che richiama l’estate 2007, quando io timida diciottenne calabrese, decido di partire dalla Calabria per partecipare a Verona, assieme ad un centinaio di ragazze e ragazzi, ad un meeting di giovani. Tra questi, c’era anche lui, solare ragazzo veronese, pronto sempre a recarsi da un continente all’altro per aiutare i più poveri e deboli. Lungo un percorso immerso nel verde delle colline veronesi, ci conosciamo e capisco subito che ha un cuore sensibile e generoso, capace di trasmettere gioia ed entusiasmo. “Che bella la tua cintura, magari ne avessi una simile io!”, esclama d’un tratto, ammirando la mia cintura nera, borchiata, unisex, l’unica che avevo portato con me durante quel breve soggiorno veronese. Tornata in Calabria, decido, senza pensarci troppo, di inviargli proprio quel mio accessorio! La sorpresa per lui fu tanta. Ed ecco che, dopo alcuni mesi, ricevo una lettera di ringraziamento, unitamente ad un regalo, un portagioie in stoffa che oggi conservo con cura:  racconta la storia della nostra amicizia, nata casualmente per una cinghia che è stata capace di legare nord e sud da profonda stima e affetto.

Altre Cose

Scatola dei ricordi / Memory box 

Scatola dei ricordi / Memory box 

È un oggetto che ho trovato durante la mia infanzia in un vecchio baule a casa di mia nonna.Una scatola d’argento con incisa come era la piazza di Cantù, la mia città natale. Al suo interno ho trovato stickers che variano dagli anni 50 agli anni 80-90, collezionarli...

Mansionario

Mansionario

Se siete amanti della storia dell’arte e vi trovate in provincia di Savona, non potete perdervi la chiesa di San Matteo di Laigueglia. Un luogo di culto ma anche un museo a tutti gli effetti, merita una visita anche solo il grande “cartelame”!Questo particolare...

Origami

Origami

Durante il primo lockdown mi annoiavo e dato che mi piace pasticciare con la carta mi sono messo a realizzare origami. Questo in foto è un origami parlante: muovendo le alette retrostanti, la bocca si apre e si chiude.

Translate »

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere le ultime notizie e gli aggiornamenti.

Privacy

You have Successfully Subscribed!