STAFF

Matteo

Mi chiamo Matteo, di lavoro mi occupo di museologia e tecnologie multimediali (per saperne di più), ho ideato il Museo delle Cose nell’ormai lontano 2016 quando lessi alla mia bimba questo libro da qui la folle idea di fare qualcosa di simile, creare cioè un museo un pò reale e un pò immaginato che potesse contenere oggetti legati a storie, ricordi, emozioni di chiunque abbia il piacere di condividerli con gli altri.

(Se vuoi aiutarmi, scrivimi a curatori@museodellecose.org)

Mariarosaria

Mi chiamo Mariarosaria, sono una laureanda in archeologia con la passione per la museologia e la comunicazione digitale e multimediale nei musei. Quando Matteo mi ha parlato del Museo delle Cose, dopo i primi minuti in cui ho pensato che fosse un’idea folle, ho capito che era ciò che esprimeva al meglio quella parte di me affascinata dai dettagli che rendono uniche le cose, perché il Museo delle Cose è proprio questo, un luogo speciale in cui semplici oggetti diventano preziosi perché legati a ricordi e emozioni personali.

Mariarosaria

Mi chiamo Mariarosaria, sono una laureanda in archeologia con la passione per la museologia e la comunicazione digitale e multimediale nei musei. Quando Matteo mi ha parlato del Museo delle Cose, dopo i primi minuti in cui ho pensato che fosse un’idea folle, ho capito che era ciò che esprimeva al meglio quella parte di me affascinata dai dettagli che rendono uniche le cose, perché il Museo delle Cose è proprio questo, un luogo speciale in cui semplici oggetti diventano preziosi perché legati a ricordi e emozioni personali.

Chiara

Sono Chiara e amo l’arte e la cultura in tutte le forme! 

Nella vita mi occupo di Comunicazione e Marketing. Cosa vuol dire? Vuol dire che valorizzo e promuovo progetti culturali e imprenditoriali e ne gestisco la diffusione attraverso canali di comunicazione on-line, come i social o i siti web, e off-line, ad esempio attraverso eventi o mostre o campagne pubblicitarie.

Perché collaboro con questi tipi qua? Beh perché hanno avuto un’idea bellissima e voglio assolutamente aiutarli a diffonderla in tutto il mondo! Per farlo c’è bisogno anche di te! Seguici sui nostri social e condividi, condividi, condividi! 

Responsabile della comunicazione del Museo delle Cose, comunicazione@museodellecose.org

Paolo

Antropologo di campo, studioso delle tradizioni e delle società rurali, è impegnato in tematiche ambientali e sociali. L’incontro e il dialogo con culture e genti diverse lo ha arricchito di una memoria imprestata da divulgare, affinché non vada perduta. 

È autore di libri e filmati, che hanno ottenuti importanti riconoscimenti, oltre ad una vasta pubblicistica di divulgazione e scientifica, in Italia e all’estero.

Giulia

Mi chiamo Giulia, ho studiato biologia ambientale e biologia per la conservazione dei beni culturali. In questi ultimi anni mi sto occupando di tecnologie digitali in campo educativo e attualmente sono una dottoranda in Digital Humanities. Mi piace studiare, cercare, scoprire cose nuove e avere cura degli oggetti che possono ricordare persone e momenti importanti per me.

Il museo delle cose rappresenta per me un posto dove conservare e preservare dall’usura del tempo oggetti e storie preziosi, provenienti da paesi vicini e lontani.

Giulia

Mi chiamo Giulia, ho studiato biologia ambientale e biologia per la conservazione dei beni culturali. In questi ultimi anni mi sto occupando di tecnologie digitali in campo educativo e attualmente sono una dottoranda in Digital Humanities. Mi piace studiare, cercare, scoprire cose nuove e avere cura degli oggetti che possono ricordare persone e momenti importanti per me.

Il museo delle cose rappresenta per me un posto dove conservare e preservare dall’usura del tempo oggetti e storie preziosi, provenienti da paesi vicini e lontani.

.

Serena

Io sono Serena, studentessa di Archeologia Preistorica, la pietra scheggiata è il mio grande amore! 

Scout fin da bambina, sono felice di dedicarmi ai più piccoli, facendogli assaporare il bello di ogni cosa che li circonda.

Calabrese di nascita, vivo a Pisa da sei anni. Qui ho conosciuto Mariarosaria e, grazie al suo prezioso aiuto, curo la parte di Didattica del Museo delle Cose!

Luca

Mi chiamo Luca e vivo in provincia, dove le cose arrivano e se ne vanno più lentamente creando delle curiose contraddizioni.

Da grande non so ancora cosa farò ma nel frattempo sto facendo un dottorato in Digital Humanities (una disciplina che prova a far andare d’accordo le cose nei libri con le cose nei computer) e ho conseguito una laurea in sociologia, grazie alla quale ho capito perché la sirenetta (Ariel per gli amici) usa una forchetta come pettine. 

Voi che ci fate con le forchette?

Luca

Mi chiamo Luca e vivo in provincia, dove le cose arrivano e se ne vanno più lentamente creando delle curiose contraddizioni.

Da grande non so ancora cosa farò ma nel frattempo sto facendo un dottorato in Digital Humanities (una disciplina che prova a far andare d’accordo le cose nei libri con le cose nei computer) e ho conseguito una laurea in sociologia, grazie alla quale ho capito perché la sirenetta (Ariel per gli amici) usa una forchetta come pettine. 

Voi che ci fate con le forchette?

© Tutti i diritti riservati / Museo delle cose / SCSMTT83R21D969Y //// privacy policycookie policy